Ci troviamo a 6 Km dalle mura della città di Lucca e 14 km da Pisa, tra il monte Pisano e le prime colline dell’Appennino tosco- emiliano, in questo punto il fiume Serchio esce dalla piana di Lucca e prosegue verso il mare, qui si affiancano al fiume la Strada Statale per l’Abetone, l’Autostrada A11, la linea ferroviaria Lucca-Pisa e la pista ciclopedonale Puccini.

L’UNESCO PREMIA IL TERRITORIO – NASCE LA RISERVA DELLA BIOSFERA “SELVE COSTIERE DI TOSCANA”.

Il 19 Marzo 2016 in occasione del quarto  Congresso Mondiale del programma “MaB” (Man and the Biosphere) a Lima in Peru’, L’UNESCO (sezione dell’ ONU per l’educazione, la scienza, la cultura) ha approvato la proposta del “Parco Regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli” di includere il complesso dei MONTI PISANI (nei loro 2 versanti pisano e lucchese) nella NUOVA RISERVA DELLA BIOSFERA “SELVE COSTIERE DI TOSCANA” (in Italia ve ne sono solo 13). Così San Giuliano Terme, Vecchiano, e Massarosa mettono tutto il loro territorio comunale dentro i confini della nuova riserva. Vi entrano anche LUCCA, CAPANNORI e CALCI con la loro porzione di Monti Pisani, infine si aggiunge anche COLLESALVETTI.

Il nome della nuova riserva “Selve costiere di Toscana” risulta particolarmente azzeccato per la sua capacità di descrivere il territorio nella sua interezza, ma anche per rappresentarlo a livello internazionale con incredibile efficacia comunicativa, evocando la foresta, la costa ed il potente brand “TOSCANA”.

Nella riserva ci sono eccellenze naturali ,storiche e culturali (Il Parco Regionale, il museo della certosa, i paesaggi agrari delle colline, i tanti luoghi di cultura tra Lucca e Pisa, la costa, le Terme) che hanno impressionato anche il Bureau dell’UNESCO a LIMA.

Il riconoscimento dell’UNESCO porta a valorizzare le attività umane del territorio come strumento di CONSERVAZIONE DELLA NATURA, DEL PAESAGGIO E DELLA QUALITA’ DELLA VITA. Ed è questo l’obiettivo principale delle RISERVE “MaB” DELL’UNESCO NEL MONDO.

Il Paese più vicino a noi in territorio pisano è Ripafratta, a 2Km di distanza.

Ripafratta è un vecchio borgo poco abitato dominato da una poderosa rocca che segna da secoli il confine tra Lucca e Pisa, a presidio delle vie di comunicazione stradale e fluviale tra le due città che furono acerrime nemiche in epoca medievale.

A 3 km da noi, sulla sponda opposta del fiume Serchio, in territorio lucchese, c’è il borgo di Nozzano, cresciuto intorno al piccolo e grazioso castello medievale più volte distrutto e ristrutturato durante le lotte tra le due città.

L’agricampeggio La Valle è un luogo dove sostare o fare campo-base durante un viaggio in Toscana con la possibilità di visitare Lucca; gioiello medievale a misura d’uomo e di bambino, che è per il 90% isola pedonale ed è circondata dal Parco Urbano delle Mura rinascimentali ( raggiungibile in bicicletta, bus e treno).

Pisa ; brulicante di vita intorno alla meravigliosa Piazza dei Miracoli è da sempre tappa fondamentale del “Grand Tour d’Italie” turistico e artistico ( raggiungibile in bus e treno).

La Strada Statale per l’Abetone che si percorre per raggiungere la Valle è  costeggiata da tigli secolari piantati anticamente per ombreggiare il passaggio delle carrozze, questa via di grande passaggio lambisce i piedi del Monte Pisano, il quale sorge come una massiccia isola tra le due pianure di Lucca e Pisa, è ricco di grotte, sorgenti, acque termali, sul versante sud  offre luoghi panoramici che permettono di ammirare il mare e alcune isole dell’arcipelago toscano.

I più vicini stabilimenti balneari si trovano alla foce del Serchio in località Vecchiano ( circa 20 Km dall’agricampeggio, raggiungibile in auto) e Viareggio ( circa 25Km dall’agricampeggio, raggiungibile in treno con coincidenza a Lucca).

Una Curiosità: I dintorni del paese di Ripafratta sono familiari per chi ha visto il pluripremiato film “Il paziente Inglese” diretto da Anthony Minghella.